Claude Lèvi-Strauss visto dal Brasile

 

Claude Lévi-Strauss ha rappresentato, e continua a rappresentare, uno dei momenti più significativi non solo per la ricerca antropologica, ma per tutta la riflessione dell'uomo sull'uomo, così che l'interesse per la sua riflessione etnografica e teorica non sembra affatto diminuire, stimolata anzi da nuove originali e innovative letture. Alcune di queste sono quelle proposte in questo volume, che vuole rendere omaggio al pensiero del 'padre dello strutturalismo' a partire proprio dalle riflessioni che sulla sua opera vengono sviluppate in Brasile, suo principale terreno etnografico e luogo della sua consacrazione come antropologo. Ma il suo incontro con l'altro lato dell'Oceano non è solamente geografico, è costituito da relazioni di parentela teorica, di influsso reciproco, di contaminazione, di modificazione, come nelle relazioni tra i miti analizzati nelle Mitologiche. Questo libro propone una approfondita analisi dei concetti sviluppati su specifiche tematiche, quali i miti o la relazione tra questi e la storia, ma anche di aspetti apparentemente marginali dell'elaborazione teorica lévi-straussiana, come la musica, il cinema, l'antropologia urbana. Allo stesso tempo esso presenta uno sguardo sull'opera dell'autore che si inserisce nella complessità propria di un tentativo di definizione dei codici che fondono la natura e la cultura, in una poetica di mitologie, relazioni di parentela, identità e differenze, alla ricerca di quegli elementi che ne hanno caratterizzato, nella continuità e nella trasformazione, la produzione intellettuale.Se l'influenza del suo pensiero sulla successiva produzione antropologica è infatti innegabile, e forse incalcolabile, per chi si occupa dei popoli amerindi, essa, come dimostrano i testi qui raccolti, trascende i limiti etnografici per divenire imprescindibile per tutti coloro che, da approcci differenti, indagano le molteplici forme in cui l'uomo ha organizzato la propria vita.

Autor/Organizadores

Paride Bollettin, Athias, Renato

Editora

Cooperativa Libraria Editrice Università di Padova (CLEUP)

Ano

242

Número de Páginas

2011